Press "Enter" to skip to content

Bash: semplici trucchi per lavorare con il comando history linux e risparmiare tempo

Quando si lavora spesso con la linea di comando è facile che si debba eseguire tante volte lo stesso comando, magari anche lungo e molto articolato.
La soluzione più semplice è quella di riscrivere ogni volta tutto da capo, ma se usiamo il terminale non dobbiamo per forza farci del male, in particolare se ci sono modi semplici per risparmiare tempo e ottenere lo stesso risultato risparmiandoci di premere qualche tasto! ne vedremo 3.

La prima scorciatoia (probabilmente la più utilizzata) è quella di premere la freccia su per scorrere la storia dei comandi digitati a ritroso a partire dall’ultimo eseguito. Questo metodo è il più comodo se si vuole rieseguire l’ultimo comando o comunque uno degli ultimi 4-5, se dobbiamo addentrarci un po’ di più le prossime strategie saranno sicuramente più comode.

La seconda scorciatoia consiste nell’eseguire il comando history e passarlo a grep per filtrare la storia in base alla nostra chiave di ricerca.

history | grep

Questo metodo ci permetterà di estrarre dalla storia della nostra shell tutti i comandi che contengono la nostra stringa di ricerca, ogni riga sarà preceduta da un numero indicante la sua posizione nella history, potremo quindi fare un copia-incolla del comando oppure eseguirlo direttamente usando il numero preceduto da un !

!996

Il terzo metodo è quello forse meno conosciuto ma sicuramente molto comodo da usare, e consiste nel premere ctrl + r per attivare la ricerca all’indietro e poi iniziare a digitare una parte del comando, vedremo apparire di volta in volta il comando che corrisponde alla nostra ricerca.
Se vogliamo continuare a ricercare comandi più vecchi senza però cambiare il filtro di ricerca (perchè magari abbiamo eseguito lo stesso comando con argomenti diversi e non ci serve l’ultimo lanciato ma uno più vecchio) possiamo continuare a premere ctrl + r per selezionare risultati sempre più vecchi.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *