Press "Enter" to skip to content

Tabella dei caratteri speciali della tastiera italiana

Quante volte vi è capitato di dover digitare un carattere speciale sulla tastiera ma non sapere o non ricordare dove fosse? Ci sono infatti in una tastiera molti caratteri speciali che non sono rappresentati sui tasti ma che si possono digitare facilmente con una combinazione di tasti rapidi. Abbiamo già visto precedentemente come fare la chiocciola, vedremo ora qualche altro carattere speciale “nascosto”.

Come abbiamo detto nell’articolo su come cambiare le impostazioni della tastiera esistono tantissimi layout di tastiera, non in tutti i paesi e tutte le lingue infatti si utilizzano spesso caratteri come le lettere accentate è ò à che nella lingua Italiana sono invece fondamentali. Possiamo trovare su amazon sia tastiere con layout italiano come questa, che tastiere con layout americano come questa. In entrambe la posizione delle lettere semplici e dei numeri è standard ed è la stessa in entrambi i layout. Ciò che cambia è la posizione dei caratteri speciali sulla tastiera per facilitare la scrittura di tali caratteri in base alla ricorrenza specifica della lingua.

In questo articolo parleremo della posizione dei caratteri speciali su una tastiera standard con layout Italiano come questa Logitech K120 USB.

Caratteri speciali tastiera italiana di primo livello


Partiamo come prima cosa dall’immagine standard del layout Italiano, vediamo quindi la tabella dei caratteri speciali della tastiera di primo livello, che si possono cioè digitare senza premere tasti aggiuntivi.

tabella caratteri speciali tastiera primo livello
I caratteri di primo livello

Come vediamo in questo primo caso dovremmo essere abbastanza abituati a riconoscere i caratteri speciali di primo livello, sono infatti generalmente quelli riportati in maniera più evidente sulla tastiera, proprio perché sono quelli direttamente accessibili e più spesso utilizzati nella digitazione corrente.

Caratteri speciali tastiera italiana di secondo livello

Vediamo ora i caratteri speciali di secondo livello, quei caratteri cioè che possono essere inseriti tenendo premuto il tasto Shift. Sulla tastiera generalmente si possono trovare due tasti shift, uno a sinistra sopra il tasto Ctrl, e l’altro a destra sotto il tasto invio. Il tasto shift è generalmente rappresentato con una freccia verso l’alto, in alcuni casi sul tasto trovate scritto “shift” o “Maiusc”. L’uso di uno o l’altro (il destro o il sinistro) è generalmente ininfluente, potete cioè utilizzare quello di destra esattamente come quello di sinistra senza differenze nei risultati.

tabella caratteri speciali tastiera secondo livello
I caratteri di secondo livello

Guardando questa tabella dei caratteri speciali di secondo livello possiamo subito notare che tutte le lettere sono diventate maiuscole, motivo per cui spesso il tasto shift viene chiamato anche Maiusc. La funzione principale infatti è proprio quella di permettere di inserire le lettere maiuscole. Notiamo anche come tutti i numeri, non esistendo numeri maiuscoli e minuscoli, sono stati rimpiazzati da una serie di simboli di uso piuttosto comune come “, !, $, %, &, ?. I tasti nella parte destra invece, non essendo comune l’uso di accentate con accendo aperto e di accentate maiuscole, sono state sostituite da una serie di simboli un po’ meno utilizzati, a parte il simbolo *.
Nella riga più in basso . e , sono diventati : e ; mentre il – diventa _ e la partentesi angolare < diventa >.

Caratteri speciali tastiera italiana di terzo livello

I caratteri di terzo livello sono decisamente meno rispetto ai primi due livelli, ma non sono sempre scritti sulla tastiera, sono quindi quelli che tendiamo più a non ricordare, e quelle poche volte che ci servono impazziamo per cercare di capire/ricordare dove siano.
Il modificatore per accedere ai caratteri di terzo livello è il tasto “Alt Gr” si tratta cioè del tasto alt di destra. I tasti alt infatti, a differenza dei tasti shift che abbiamo visto prima, non sono uguali fra loro, il tasto sinistro è chiamato solo Alt, mentre il destro Alt Gr, questo fa si che solo il destro ci permetta di accedere ai caratteri speciali di terzo livello.

tabella caratteri speciali tastiera terzo livello
I caratteri di terzo livello

Come possiamo vedere i caratteri sono difficili da ricordare perché spesso non presenti visivamente sulla tastiera, ma si tratta di pochi simboli. Fra i più utilizzati sicuramente troviamo la chiocciola di cui avevamo già parlato e hashtag, il cancelletto molto di moda negli ultimi anni grazie a twitter, instagram e facebook. Capita poi spesso di chiedersi dov’è il simbolo dell’euro sulla tastiera? Ora lo sappiamo, e non è neanche difficilissimo da ricordare, si trova infatti “sotto” alla lettera e, per scrivere il simbolo euro basterà quindi premere la combinazione Alt Gr + e.

Caratteri speciali tastiera italiana di quarto livello

Il quarto livello è l’ultimo e, per quanto riguarda i caratteri speciali della tastiera Italiana, il meno popolato. Vediamo cosa contiene.

tabella caratteri speciali tastiera quarto livello
I caratteri di quarto livello

Fondamentalmente contiene le parentesi graffe, le dannate parentesi graffe che ogni buono studente di Informatica impazzisce per cercare alla prima lezione di programmazione. Vi chiedevate dove sono le parentesi graffe sulla tastiera italiana? Bene ora lo sapete, sono ben nascoste nel quarto livello, raggiungibili quindi con la combinazione Shift + AltGr + è per la parentesi graffa aperta e Shift + AltGr + + per la parentesi graffa chiusa. Se state iniziando a programmare e volete farlo seriamente dateci retta e acquistate una tastiera con layout inglese/americano come questa Logitech K120 per Business. Si può acquistare su amazon a pochi euro ma ringrazierete di averlo fatto. I tasti più utili per programmare in java si trovano infatti tutti nei primi 2 livelli, non dovrete perciò passare tutto il tempo a fare acrobazie con shift, AltGr, shift + AltGr e così via. Una volta acquistata e connessa ricordate di cambiare il layout configurato sul sistema operativo seguendo la nostra guida per windows o quella per linux.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *